• 2022 Edizione 3 /
  • Chiedi a Bob – Bob contro Andy, come tasti e battipenna influiscono sul sound, e come i legni delle chitarre acustiche maturano col tempo
photo of Bob Taylor with arms crossed

Chiedi a Bob

Scorri verso il basso

Bob contro Andy, come tasti e battipenna influiscono sul sound, e come i legni delle chitarre acustiche maturano col tempo

Nota dell’editore: Dopo più di dieci anni con Andy Powers a capo del nuovo sviluppo dei prodotti come capo liutaio di Taylor, vedremo Andy rispondere alle vostre domande, soprattutto quelle relative ai design delle chitarre. Vi esortiamo a rivolgere ogni dubbio o curiosità a Bob o a Andy. Saranno entrambi lieti di condividere il proprio pensiero.

Nella nostra sezione video di domande e risposte con Bob Taylor, Bob parla della nostra nuova iniziativa sul legno urbano, dei sorprendenti costi e delle altre sfide correlate allo sviluppo di un’infrastruttura produttiva. Per guardare il video, scansiona il QR code con il tuo smartphone o visita la nostra edizione digitale sul sito taylorguitars.com

Bob, qual è secondo te la più grande differenza tra il modo con cui ti sei approcciato tu alla fabbricazione di chitarre, rispetto a Andy? Read Answer

Mi sono sempre chiesto in che modo i tasti contribuiscono al sound, alla performance e alla sensazione generale di una chitarra. Quali materiali e quali dimensioni usa Taylor per i tasti, e perché? Mi viene da pensare che la resistenza sia un fattore importante. Ogni tanto sento parlare di tasti in acciaio inossidabile: li avete mai usati? Read Answer

Ho comprato una nuova 324ce Builder’s Edition pochi giorni prima del mio 62° compleanno, ed è una gioia suonarla. Da un paio d’anni ho un altro strumento grandioso, una 912ce BE. Io ho problemi al collo e alla spalla. Confido che le mie routine di stretching e potenziamento mi aiuteranno ad arginare questi problemi. Entrambe le chitarre sono comodissime e facilissime da suonare. Quando avete disegnato queste chitarre, avete pensato a chi si trova nella mia stessa situazione, o è stata solo una fortuita e piacevolissima scoperta per me? Potete dirmi come il legno di frassino invecchierà dal punto di vista sonoro? Le vostre chitarre sono stellari, grazie davvero! Read Answer

Ho letto che il top (o tavola armonica) della chitarra fornisce la maggior parte del suono e della qualità sonora in una chitarra acustica grazie alle vibrazioni emesse, ma mi sono sempre chiesto: se è così, il battipenna e il ponte non dovrebbero smorzare la vibrazione e distorcere il suono? Eppure, alcune delle chitarre storicamente migliori hanno battipenna e ponti a baffo enormi. Ho visto addirittura chitarre con battipenna doppio. È per questo che avete prodotto la Builder’s Edition senza battipenna? Read Answer

Bob, a questo punto della tua carriera e della tua vita, cos’altro ti interessa imparare? Read Answer

Bob, in che modo hai contribuito all’allestimento del flow aziendale nell’impianto Taylor a Tecate? Hai in mente nuovi sviluppi lì? Se sì, sarai direttamente coinvolto? Read Answer

Hai una domanda per Bob Taylor o Andy Powers? Inviacela tramite e-mail: askbob@taylorguitars.com

Storie Correlate

Volume 103 . 2022 Edizione 3

On the Bench: le basi della cura della chitarra con Rob Magargal

Il gestore di rete e di assistenza della Taylor spiega gli strumenti per la manutenzione di base di una chitarra, come cambiare le corde e controllare correttamente l’umidità.

Leggi la storia

Volume 103 . 2022 Edizione 3

Tecnica delle plettrate in su, accordi di undicesima minore e movimenti in triade

Il fenomenale chitarrista R&B Kerry “2 Smooth” Marshall torna a darci altri consigli su come suonare R&B con una acustica

Leggi la storia

  • 2022 Edizione 2 /
  • Chiedilo a Bob – Tastiere in acero, criteri di selezione del legno, corde in nylon a scala ridotta e la struttura della custodia Taylor
photo of Bob Taylor with arms crossed

Chiedi a Bob

Scorri verso il basso

Tastiere in acero, criteri di selezione del legno, corde in nylon a scala ridotta e la struttura della custodia Taylor

Sono sicuro che la risposta sia semplice, ma perché non esistono delle chitarre acustiche con la tastiera in acero? Read Answer

Ho perso il conto di quante chitarre Taylor ho posseduto negli anni. Al momento ho la mia amata GS Mini per comporre, una 818e del 2015, una K14ce Builder’s Edition del 2018 e una DN3 del 2018. Per hobby, ho iniziato ad acquistare delle chitarre parlor di inizio fino a metà del XX secolo, sulle quali ho fatto delle piccole riparazioni. C’è qualcosa nel suono e nel sostegno del legno di betulla con cui la maggior parte di loro è stata realizzata che dà voce magicamente ad alcuni dei fingerstyle che compongo. Avete mai utilizzato questo legno per le vostre chitarre? In futuro potrebbe essere utilizzato per alcuni dei vostri strumenti con corpo più piccolo? Read Answer

Bob, quanto è difficile insegnare alle persone alla Taylor a selezionare il legno? Sono sicuro che avete dei criteri stabiliti e ben definiti per ogni specie con la quale lavorate, eppure c’è anche un elemento umano nel valutare le proprietà estetiche e strutturali di un legno, dato che ogni pezzo ha la sua “impronta”, per così dire, e non tutti sono dei maestri liutai. C’è un legno in particolare che è il più difficile da selezionare? E selezionate i pezzi di abete in fabbrica o è compito del vostro fornitore, la Pacific Rim Tonewoods? Read Answer

Bob, perché la spalla mancante per i modelli della serie 200 e della Gran Concert con corde in nylon ha un profilo “morbido” invece della curvatura veneziana presente sulla maggior parte dei vostri modelli a spalla mancante? Mi fa pensare che ci sia un altro motivo oltre all’estetica. Read Answer

For a long time, I’ve been curious about how the choice of tonewoods is made for specific guitars. I’m an engineer (retired) by training, temperament and profession, and my curiosity was further whetted by my recent read of Richard Mark French’s book Engineering the Guitar. The article in the latest issue of Wood&Steel went a long way to explaining tonewood characteristics, but it begs another question: How does one determine that a given wood species makes a good tonewood in the first place?

Given Taylor’s admirable commitment to sustainability, I’m sure you’ve wondered what other plentiful and sustainable wood species out there might make a high-quality guitar. With the arboreal diversity of our country and the world, I can’t help but think that there are many just waiting to be discovered. Living in North Central Pennsylvania, I’ve often wondered specifically about sycamore (for backs and sides), which is often found as an ornamental tree in towns and cities, and our state tree, hemlock (for tops).

I’m sure you did a lot of thinking and evaluation before deciding to go ahead with the Urban Ash project. Would it be possible to do a Wood&Steel article on the testing and experimentation that led to the decision to use ash as a tonewood and, perhaps more generally, how Taylor would go about identifying and evaluating other species for your guitars? Read Answer

Avete mai pensato di realizzare una chitarra GT con corde in nylon? La lunghezza della scala ridotta migliorerebbe l’estensione delle dita più piccole come le mie, che suonano brani classici. Read Answer

Tutti i possessori di chitarre riconoscono quanto sia preziosa una custodia ben fatta e ben sigillata per la vita dello strumento. Puoi spiegare il processo di costruzione delle vostre custodie e, soprattutto, il processo per garantire che le chitarre siano sigillate e protette dagli agenti atmosferici?

A parte questo, possiedo una Martin 12 corde vintage (1967 D35-12) acquistata nuova e, dopo aver fatto affidamento per troppi anni sulla custodia originale Martin, ne ho acquistata una nuova rigida dal custom shop del marchio. La custodia è perfettamente sigillata e resistente, diversa da qualsiasi altra che abbia mai visto. Anche voi alla Taylor avete una custodia a chiusura ermetica paragonabile? Read Answer

Bob, mi piace leggere delle ultime innovazioni del team Taylor. Leggiamo sempre delle grandi cose che accadono in fabbrica e delle meravigliose nuove chitarre prodotte. Le riviste specializzate le recensiscono sempre con entusiasmo. Naturalmente, con lo sviluppo di qualsiasi prodotto, ci sono sempre tentativi ed errori. In modo più leggero, puoi parlare di un progetto o di un componente della chitarra che eri sicuro che avrebbe funzionato, ma che si è rivelato un disastro totale? O forse di un’innovazione che eri sicuro che non avrebbe funzionato e che invece lo ha fatto?

Sarei negligente se non dicessi che ammiro molto il modo in cui incoraggi l’esplorazione delle chitarre di altri liutai e che hai sempre parlato positivamente dei loro strumenti senza giudicarli. Read Answer

Con gli attuali (ormai normali) ritardi nelle spedizioni dalla fabbrica in tutto il mondo e di stoccaggio prolungato delle chitarre in ambienti non controllati o controllati in modo variabile (umidi, secchi, con temperature calde/fredde), quanto siete fiduciosi sulla stabilità a lungo termine del legno?

Nel numero precedente (Numero 1, 2022) avete detto che il momento più importante per proteggere il legno è quando è nuovo, per evitare le “crepe”, che presumibilmente riflettono un’esposizione più prolungata agli elementi, ma i ritardi nella spedizione possono avere un impatto sul legno? Read Answer

Cerchi altro Chiedi a Bob? Guarda tutte le risposte video di Bob dal digitale Wood&Steel e scopri di più su ebano, abete rosso, tastiere in eucalipto e molto altro.

Storie Correlate

Volume 103 . 2022 Edizione 2

I molti colori del koa: la nuovissima serie 700 in koa

La stupenda gradazione del koa delle Hawaii, la rifinitura opaca ultrasottile e la sonorizzazione vivace rivelano un look, una sensazione e un sound tutti nuovi

Leggi la storia

Volume 103 . 2022 Edizione 2

La gioia del costruttore

Spesso alla Taylor il processo di creazione di bellissimi e utili strumenti musicali è accompagnato da un profondo senso di eccitazione creativa.

Leggi la storia

Volume 103 . 2022 Edizione 2

Piantare un giardino di chitarre

Bob riflette sugli sforzi in atto alle Hawaii per far crescere del koa per chitarre per il futuro.

Leggi la storia

  • 2022 Edizione 1 /
  • Chiedi a Bob – Tutto su acacia, problemi della filiera, top con grana larga e ancoraggio delle corde
photo of Bob Taylor with arms crossed

Chiedi a Bob

Scorri verso il basso

Tutto su acacia, problemi della filiera, top con grana larga e ancoraggio delle corde

Sono sicuro che la risposta sia semplice, ma perché non esistono delle chitarre acustiche con la tastiera in acero? Read Answer

Ho perso il conto di quante chitarre Taylor ho posseduto negli anni. Al momento ho la mia amata GS Mini per comporre, una 818e del 2015, una K14ce Builder’s Edition del 2018 e una DN3 del 2018. Per hobby, ho iniziato ad acquistare delle chitarre parlor di inizio fino a metà del XX secolo, sulle quali ho fatto delle piccole riparazioni. C’è qualcosa nel suono e nel sostegno del legno di betulla con cui la maggior parte di loro è stata realizzata che dà voce magicamente ad alcuni dei fingerstyle che compongo. Avete mai utilizzato questo legno per le vostre chitarre? In futuro potrebbe essere utilizzato per alcuni dei vostri strumenti con corpo più piccolo? Read Answer

Bob, quanto è difficile insegnare alle persone alla Taylor a selezionare il legno? Sono sicuro che avete dei criteri stabiliti e ben definiti per ogni specie con la quale lavorate, eppure c’è anche un elemento umano nel valutare le proprietà estetiche e strutturali di un legno, dato che ogni pezzo ha la sua “impronta”, per così dire, e non tutti sono dei maestri liutai. C’è un legno in particolare che è il più difficile da selezionare? E selezionate i pezzi di abete in fabbrica o è compito del vostro fornitore, la Pacific Rim Tonewoods? Read Answer

Bob, perché la spalla mancante per i modelli della serie 200 e della Gran Concert con corde in nylon ha un profilo “morbido” invece della curvatura veneziana presente sulla maggior parte dei vostri modelli a spalla mancante? Mi fa pensare che ci sia un altro motivo oltre all’estetica. Read Answer

For a long time, I’ve been curious about how the choice of tonewoods is made for specific guitars. I’m an engineer (retired) by training, temperament and profession, and my curiosity was further whetted by my recent read of Richard Mark French’s book Engineering the Guitar. The article in the latest issue of Wood&Steel went a long way to explaining tonewood characteristics, but it begs another question: How does one determine that a given wood species makes a good tonewood in the first place?

Given Taylor’s admirable commitment to sustainability, I’m sure you’ve wondered what other plentiful and sustainable wood species out there might make a high-quality guitar. With the arboreal diversity of our country and the world, I can’t help but think that there are many just waiting to be discovered. Living in North Central Pennsylvania, I’ve often wondered specifically about sycamore (for backs and sides), which is often found as an ornamental tree in towns and cities, and our state tree, hemlock (for tops).

I’m sure you did a lot of thinking and evaluation before deciding to go ahead with the Urban Ash project. Would it be possible to do a Wood&Steel article on the testing and experimentation that led to the decision to use ash as a tonewood and, perhaps more generally, how Taylor would go about identifying and evaluating other species for your guitars? Read Answer

Avete mai pensato di realizzare una chitarra GT con corde in nylon? La lunghezza della scala ridotta migliorerebbe l’estensione delle dita più piccole come le mie, che suonano brani classici. Read Answer

Tutti i possessori di chitarre riconoscono quanto sia preziosa una custodia ben fatta e ben sigillata per la vita dello strumento. Puoi spiegare il processo di costruzione delle vostre custodie e, soprattutto, il processo per garantire che le chitarre siano sigillate e protette dagli agenti atmosferici?

A parte questo, possiedo una Martin 12 corde vintage (1967 D35-12) acquistata nuova e, dopo aver fatto affidamento per troppi anni sulla custodia originale Martin, ne ho acquistata una nuova rigida dal custom shop del marchio. La custodia è perfettamente sigillata e resistente, diversa da qualsiasi altra che abbia mai visto. Anche voi alla Taylor avete una custodia a chiusura ermetica paragonabile? Read Answer

Bob, mi piace leggere delle ultime innovazioni del team Taylor. Leggiamo sempre delle grandi cose che accadono in fabbrica e delle meravigliose nuove chitarre prodotte. Le riviste specializzate le recensiscono sempre con entusiasmo. Naturalmente, con lo sviluppo di qualsiasi prodotto, ci sono sempre tentativi ed errori. In modo più leggero, puoi parlare di un progetto o di un componente della chitarra che eri sicuro che avrebbe funzionato, ma che si è rivelato un disastro totale? O forse di un’innovazione che eri sicuro che non avrebbe funzionato e che invece lo ha fatto?

Sarei negligente se non dicessi che ammiro molto il modo in cui incoraggi l’esplorazione delle chitarre di altri liutai e che hai sempre parlato positivamente dei loro strumenti senza giudicarli. Read Answer

Cerchi altro Chiedi a Bob? Guarda tutte le risposte video di Bob dal digitale Wood&Steel e scopri di più su ebano, abete rosso, tastiere in eucalipto e molto altro.

  • 2021 Edizione 3 /
  • Chiedilo a Bob – Proprietà dei dipendenti, consigli per un giovane Bob, imparare dai fallimenti e nuovi rinforzi curvi
photo of Bob Taylor with arms crossed

Chiedilo a Bob

Scorri verso il basso

Proprietà dei dipendenti, consigli per un giovane Bob, imparare dai fallimenti e nuovi rinforzi curvi

Sono sicuro che la risposta sia semplice, ma perché non esistono delle chitarre acustiche con la tastiera in acero? Read Answer

Ho perso il conto di quante chitarre Taylor ho posseduto negli anni. Al momento ho la mia amata GS Mini per comporre, una 818e del 2015, una K14ce Builder’s Edition del 2018 e una DN3 del 2018. Per hobby, ho iniziato ad acquistare delle chitarre parlor di inizio fino a metà del XX secolo, sulle quali ho fatto delle piccole riparazioni. C’è qualcosa nel suono e nel sostegno del legno di betulla con cui la maggior parte di loro è stata realizzata che dà voce magicamente ad alcuni dei fingerstyle che compongo. Avete mai utilizzato questo legno per le vostre chitarre? In futuro potrebbe essere utilizzato per alcuni dei vostri strumenti con corpo più piccolo? Read Answer

Bob, quanto è difficile insegnare alle persone alla Taylor a selezionare il legno? Sono sicuro che avete dei criteri stabiliti e ben definiti per ogni specie con la quale lavorate, eppure c’è anche un elemento umano nel valutare le proprietà estetiche e strutturali di un legno, dato che ogni pezzo ha la sua “impronta”, per così dire, e non tutti sono dei maestri liutai. C’è un legno in particolare che è il più difficile da selezionare? E selezionate i pezzi di abete in fabbrica o è compito del vostro fornitore, la Pacific Rim Tonewoods? Read Answer

Bob, perché la spalla mancante per i modelli della serie 200 e della Gran Concert con corde in nylon ha un profilo “morbido” invece della curvatura veneziana presente sulla maggior parte dei vostri modelli a spalla mancante? Mi fa pensare che ci sia un altro motivo oltre all’estetica. Read Answer

For a long time, I’ve been curious about how the choice of tonewoods is made for specific guitars. I’m an engineer (retired) by training, temperament and profession, and my curiosity was further whetted by my recent read of Richard Mark French’s book Engineering the Guitar. The article in the latest issue of Wood&Steel went a long way to explaining tonewood characteristics, but it begs another question: How does one determine that a given wood species makes a good tonewood in the first place?

Given Taylor’s admirable commitment to sustainability, I’m sure you’ve wondered what other plentiful and sustainable wood species out there might make a high-quality guitar. With the arboreal diversity of our country and the world, I can’t help but think that there are many just waiting to be discovered. Living in North Central Pennsylvania, I’ve often wondered specifically about sycamore (for backs and sides), which is often found as an ornamental tree in towns and cities, and our state tree, hemlock (for tops).

I’m sure you did a lot of thinking and evaluation before deciding to go ahead with the Urban Ash project. Would it be possible to do a Wood&Steel article on the testing and experimentation that led to the decision to use ash as a tonewood and, perhaps more generally, how Taylor would go about identifying and evaluating other species for your guitars? Read Answer

Avete mai pensato di realizzare una chitarra GT con corde in nylon? La lunghezza della scala ridotta migliorerebbe l’estensione delle dita più piccole come le mie, che suonano brani classici. Read Answer

photo of Bob Taylor with arms crossed

Chiedi a Bob

Scorri verso il basso

Lubrificazione del capotasto, figurazione del legno, resistenza delle giunzioni e la magia della Classe V.

Sono sicuro che la risposta sia semplice, ma perché non esistono delle chitarre acustiche con la tastiera in acero? Read Answer

Ho perso il conto di quante chitarre Taylor ho posseduto negli anni. Al momento ho la mia amata GS Mini per comporre, una 818e del 2015, una K14ce Builder’s Edition del 2018 e una DN3 del 2018. Per hobby, ho iniziato ad acquistare delle chitarre parlor di inizio fino a metà del XX secolo, sulle quali ho fatto delle piccole riparazioni. C’è qualcosa nel suono e nel sostegno del legno di betulla con cui la maggior parte di loro è stata realizzata che dà voce magicamente ad alcuni dei fingerstyle che compongo. Avete mai utilizzato questo legno per le vostre chitarre? In futuro potrebbe essere utilizzato per alcuni dei vostri strumenti con corpo più piccolo? Read Answer

Bob, quanto è difficile insegnare alle persone alla Taylor a selezionare il legno? Sono sicuro che avete dei criteri stabiliti e ben definiti per ogni specie con la quale lavorate, eppure c’è anche un elemento umano nel valutare le proprietà estetiche e strutturali di un legno, dato che ogni pezzo ha la sua “impronta”, per così dire, e non tutti sono dei maestri liutai. C’è un legno in particolare che è il più difficile da selezionare? E selezionate i pezzi di abete in fabbrica o è compito del vostro fornitore, la Pacific Rim Tonewoods? Read Answer

Bob, perché la spalla mancante per i modelli della serie 200 e della Gran Concert con corde in nylon ha un profilo “morbido” invece della curvatura veneziana presente sulla maggior parte dei vostri modelli a spalla mancante? Mi fa pensare che ci sia un altro motivo oltre all’estetica. Read Answer

For a long time, I’ve been curious about how the choice of tonewoods is made for specific guitars. I’m an engineer (retired) by training, temperament and profession, and my curiosity was further whetted by my recent read of Richard Mark French’s book Engineering the Guitar. The article in the latest issue of Wood&Steel went a long way to explaining tonewood characteristics, but it begs another question: How does one determine that a given wood species makes a good tonewood in the first place?

Given Taylor’s admirable commitment to sustainability, I’m sure you’ve wondered what other plentiful and sustainable wood species out there might make a high-quality guitar. With the arboreal diversity of our country and the world, I can’t help but think that there are many just waiting to be discovered. Living in North Central Pennsylvania, I’ve often wondered specifically about sycamore (for backs and sides), which is often found as an ornamental tree in towns and cities, and our state tree, hemlock (for tops).

I’m sure you did a lot of thinking and evaluation before deciding to go ahead with the Urban Ash project. Would it be possible to do a Wood&Steel article on the testing and experimentation that led to the decision to use ash as a tonewood and, perhaps more generally, how Taylor would go about identifying and evaluating other species for your guitars? Read Answer

Avete mai pensato di realizzare una chitarra GT con corde in nylon? La lunghezza della scala ridotta migliorerebbe l’estensione delle dita più piccole come le mie, che suonano brani classici. Read Answer

Mi ha fatto molto piacere leggere dell’impegno di Taylor nell’uso di alberi urbani di tutto il mondo. Acquistai la mia Taylor 610 alla fine degli anni Ottanta quando quella chitarra veniva ancora realizzata usando acero tedesco, che mi pare sia difficile reperire di alta qualità al giorno d’oggi. Durante un viaggio in Scozia, una quindicina d’anni fa, conobbi una famiglia tedesca che aveva appena costruito e installato un nuovo organo a canne in una chiesa di Glasgow. Ci dissero che [il progetto] era in corso da più di dieci anni e che avevano impiegato legno comprato dalla famiglia più di trent’anni prima. La loro azienda familiare produceva organi da più di quattrocento anni ed erano diretti in Asia per comprare legno che si aspettavano di usare di lì a trent’anni. Non erano molto fiduciosi di trovare legno della qualità che aveva reso famosa la loro famiglia ed erano dell’opinione che la penuria di materiale potesse portarli a chiudere i battenti.

Oggi vivo in Florida e ho qualche piccolo appezzamento di terreno in cui vorrei piantare alberi per la realizzazione di strumenti musicali di qualità. Sapresti darmi qualche consiglio sugli alberi da piantare e posizionare o qualche dritta su come iniziare, così che i piccoli proprietari terrieri come me possano aumentare la disponibilità di legno per gli strumenti musicali di domani? Read Answer

I progetti di sostenibilità della tua azienda sono davvero notevoli. L’introduzione del modello in Urban Ash rappresenta una bella parte di questo impegno e mi chiedevo se tu avessi mai pensato di realizzare una chitarra “da cento miglia”, in cui tutti i materiali necessari vengono procurati a non più di 100 miglia dallo stabilimento. Sono sicuro che comporterebbe alcuni limiti, ma sarebbe un esperimento ambizioso in termini di efficienza e manifattura sostenibile che, a parer mio, potrebbe interessare ad alcuni dei vostri clienti. Read Answer

Bob, un mio amico (un tecnico di chitarre in pensione) mi ha accennato che la Taylor usa quelle che lui chiama “palette incollate”, che portano a una perdita nella risposta delle frequenze basse. Inoltre mi ha detto che la giunzione (penso che sia una giunzione a becco di flauto) crea un punto di rottura nel manico in caso di incidente.

Il mio amico sostiene anche che la tensione delle corde sulle chitarre a corpo piccolo a 12 corde può portare alla necessità di riparazioni nel corso degli anni. La cosa mi preoccupa perché sto considerando di prendere una 352ce o una 362ce. Potresti fare luce su queste affermazioni? Read Answer

photo of Bob Taylor with arms crossed

Chiedi a Bob

Scorri verso il basso

Spiegazione di telegraphing, incatenatura del fondo angolata, tecniche per asciugare il legno l’umidità relativa vs. assoluta

Ho una 814ce del 2019 con top in cedro, acquistata da Wildwood Guitars nell’agosto di quell’anno. Da allora la suono con piacere quasi ogni giorno e quando non la imbraccio è riposta in una custodia rigida con un umidificatore Oasis. Ho anche un piccolo igrometro digitale e lo controllo ogni volta che tiro fuori lo strumento per suonarlo. È sempre tra 40 e 45 percento di UR. In seguito ho iniziato a notare “linee testimoni” del modello dell’incatenatura [Classe V] sul top. Riesco a vedere chiaramente la “V” propagarsi dal ponte e dal foro di risonanza. È normale? Adoro la mia chitarra e voglio solo assicurarmi che sto facendo tutto il possibile affinché duri a lungo. Read Answer

State valutando altri legni urbani oltre al frassino? Read Answer

Bob, è stato scritto molto sulle innovazioni di Taylor nel design e nella produzione delle chitarre, ma sono curioso di sapere se il vostro team ha fatto progressi anche nei metodi di asciugatura e trattamento del legno. Adesso affrontate delle sfide particolari che non avete dovuto affrontare in passato? Read Answer

Qual è il tempo di asciugatura per i diversi legni prima che possano essere lavorati per i top e le fasce? Alcuni legni sono pronti prima di altri e che effetto subisce il suono? Read Answer

Puoi spiegare la teoria dietro l’incatenatura del fondo angolata? Read Answer

L’ebano del Camerun di Crelicam è esclusivamente del Gabon? L’ebano reale e di Macassar sono specie diverse da quello del Gabon? Ci sono altre specie di ebano oltre alle tre comunemente usate per le parti delle chitarre?

Al Road Show prima della quarantena (Music 6000 a Olympia, Washington) ho suonato una E14ce [con fondo e fasce in ebano]. Adoro il suono di quello strumento, ho avvertito una fondamentale forte e solida. C’era un certo fiorire di suoni graduale (che apprezzo), ma mi ha soddisfatto molto in modo in cui gli accordi pieni colpiscono all’inizio. È ragionevole supporre che i bellissimi fondo e fasce di quella chitarra provengano dalla fabbrica Crelicam? Le persone in Camerun selezionano quali ceppi diventeranno tastiere e ponti, e quali potrebbero essere perfetti per fondi e fasce? O queste decisioni vengono prese su pezzi più piccoli e non su ceppi interi? Read Answer

Sono fiero di avere una 514ce del 2018. Ancora oggi mi sorprendono i suoni dolci che produce il top in cedro. Le corde B&E producono un bel suono quando le tocco con la mano destra. Volevo saperne di più sul processo di selezione per i top in cedro. Per molto tempo ho suonato chitarre con top in abete e so che quel legno è inflazionato nella costruzione delle chitarre acustiche. Come sapete quale ceppi di cedro sono adatti per i top della 514? Read Answer

So che l’umidità è un problema per le chitarre e di solito le raccomandazioni sono date in termini relativi di questo fattore. Non è più importante l’umidità specifica? Vivo nel Nordovest del Pacifico e, mentre la nostra umidità relativa è elevata, le temperature sono fredde, quindi l’umidità specifica è bassa. Un clima tropicale potrebbe avere un’umidità relativa nell’intervallo raccomandato, ma averne una specifica elevata. Qual è meglio? Read Answer

Come liutaio amatoriale, ho costruito circa una dozzina di chitarre. Senza soldi da investire in strumenti specializzati di altissima qualità, ho sempre cercato di capire come fare certi tagli o piegamenti in diversi modi, oppure come usare vari materiali e tecniche… alcune, ovviamente, con più successo di altre. Le mie domande hanno a che fare con il perché gli altri strumenti a corda, come i violini e i violoncelli, hanno un’anima, mentre le chitarre no. E perché non realizzare anche il fondo con il materiale della tavola armonica? Un movimento maggiore non produrrebbe più suono? Read Answer

Possiedo due Taylor, una W12ce del 2004 e una 712 (Lemon Grove) del 1984, e ho sempre voluto ampliare la collezione, ma non l’ho fatto per l’utilizzo dell’acrilico italiano in ivoroid in finta tartaruga (un bel nome per la plastica) per i filetti e gli intarsi, e per i battipenna di plastica. Sono curioso del perché Taylor dovrebbe “indorare la pillola” con la plastica, soprattutto quando realizza tutto il resto in modo così impeccabile e perché molti altri produttori (a prezzi paragonabili) legano con acero fiammeggiante o ebano, oppure con una varietà di legni. E gli intarsi della tastiera ecc. sono in abalone, madreperla o legno.

Per quanto riguarda i battipenna, suonando in fingerstyle, secondo me questo elemento non aggiunge niente allo strumento. Si può rimuovere, o meglio ancora, potete inviarlo con lo strumento e il cliente decide se installarlo o meno? Vedo che usate alcuni battipenna in legno e sono molto più belli di quelli in plastica. Tutta questa plastica limita le mie opzioni Taylor.

Perché “inquinare” tutto quel legno e quell’acciaio con la plastica, quando realizzate degli strumenti bellissimi? Read Answer

Chiedilo a Bob: Tastiere in eucalipto

Scorri verso il basso

Tastiere in eucalipto, ossicini in Micarta, umidificazione delle custodie e Bob sa ancora costruire una chitarra?

In questa edizione di Chiedilo a Bob ci sono ancora più domande, e anche qualche contenuto extra che speriamo apprezzerete. Tanto per cominciare, adesso che abbiamo lanciato l’edizione online di Wood&Steel, Bob risponde a un paio di domande tramite video, in modo da sfruttare il format visivo per illustrare alcune tematiche che affronta (nel caso in cui ve lo foste perso, date un’occhiata al video sull’abete bearclaw dell’ultimo numero).

Inoltre, a luglio Bob si è unito al nostro livestream show settimanale Taylor Primetime (episodio 10), sul canale YouTube di Taylor, dove ha risposto a una raffica di domande dei nostri fan. Come sempre, ha condiviso la sua conoscenza in modo aperto e coinvolgente. Ed ecco le ultime domande per Bob…

Sono molto emozionato per le nuove chitarre American Dream. Non ho mai sentito di una tastiera in eucalipto! Come e perché hai deciso di utilizzarlo, e a quale tastiera “normale” può essere paragonata per robustezza e sensazione? Read Answer

Una volta ho sentito che un certo produttore di chitarre, diventato CEO, è andato in fabbrica e ha costruito una chitarra. Quando sono stati fatti i controlli di qualità, l’hanno scartata perché non soddisfaceva i loro standard. Oggi come oggi, tu potresti scendere in campo, fare una chitarra (Bob Taylor) e farle passare i controlli di qualità? Read Answer

Con l’annuncio del pensionamento di Chris Martin IV e con i colleghi liutai Jean Larrivée, Richard Hoover, Ren Ferguson e te stesso, e non dimentichiamo Bill Collings (RIP), che cercate di passare il testimone alla nuova generazione di mastri liutai, quale pensi sarà l’eredità della tua generazione? Read Answer

Perché alcuni pensano che il tipo di legno della tastiera faccia la differenza in termini di suono quando la vibrazione della corda va dal metallo alla plastica o all’osso? Sembra che non si senta la differenza quando il dito si muove sopra i segnatasti. Read Answer

Perché la Taylor ha sostituito gli ossicini in Tusq con quelli in Micarta? Read Answer

Oltre alle altre mie chitarre Taylor, sono orgoglioso di possedere una 712ce 12 tasti WSB, che ho acquistato quasi tre anni fa. Le adoro tutte. Tuttavia, ho un problema con la custodia in dotazione con la mia 712. Non trattiene l’umidità. Uso gli Humidipak D’Addario, che devono essere sostituiti ogni mese. Non importa il periodo dell’anno o la posizione delle mie chitarre in casa, i pack nella 712 si asciugano rapidamente. Le altre chitarre sono a posto. La custodia che ho in dotazione ha sei chiusure. Ne ho viste alcune in negozio che ne hanno solo 4. Vorrei sapere perché. A proposito, questa 712 ha riportato il romanticismo nel mio modo di suonare la chitarra, queste mani ottantenni si sentono di nuovo giovani! Read Answer

Hai recentemente ridisegnato la Grand Symphony delle serie 800 e Koa. Ci sono progetti per estendere tale disegno ad altre linee? Mi piacerebbe molto avere una Grand Symphony della serie 500 e sono preoccupato di aver perso l’occasione e che sarò costretto a ordinare una chitarra personalizzata. Read Answer

I profili dei vostri manici sono cambiati negli ultimi due decenni? Ho una 312ce del 2000 e trovo che i nuovi manici non siano più gli stessi. Penso che la forma del vecchio manico sia splendida. Read Answer

Video bonus

Spesso riceviamo domande sui diversi gradi di colorazione trovati nell’ebano, quindi Bob ha raccolto una serie di spazi vuoti per tastiera in ebano per mostrare alcuni esempi della sua gamma di colori.

Bob mette in mostra l’ampia varietà di colori nell’ebano utilizzato per le tastiere.

Hai una domanda per Bob Taylor?

Mandagli un’e-mail: askbob@taylorguitars.com
Se hai una riparazione specifica o un problema di assistenza, chiama il nostro servizio clienti al numero (800) 943-6782 e noi ci prenderemo cura di te.

Chiedi a Bob

Scorri verso il basso

Il co-fondatore di Taylor Bob Taylor risponde alle tue domande. La prima risposta video di Bob esamina l'abete Bearclaw, con domande e risposte su scelte di legno, dettagli di rosette, marcatori di tasti laterali, guai mancini e altro ancora.

Domanda: Dopo più di un anno di ricerche e visite a negozi di chitarre, ho recentemente acquistato una 414ce LTD con Black Limba. (Grazie a Instrumental Music a Thousand Oaks per l’ottimo staff e la meravigliosa collezione di chitarre Taylor). Il mio amico la definisce una “bestia meravigliosa”, e anch’io adoro il suo aspetto unico, ma non l’avrei comprata se non avesse avuto anche un suono bellissimo e ricco. Come si determina che questo e altri legni meno tradizionali funzioneranno bene per la costruzione di chitarre?

Kent Brinkmeyer
Oxnard, California

Nota: puoi vedere una chitarra personalizzata che abbiamo costruito con il Black Limba qui.

Risposta: Grazie, Kent, sono contento che tu ami la tua chitarra. Ancora meglio quando anche i tuoi amici la adorano! Non c’è un grande trucco nella scelta dei legni e non ci vuole troppa genialita’ da parte nostra. La verità è che esistono così tanti legni diversi che possono creare una chitarra dal suono raffinato. L’altra verità è che la parola “meravigliosa” che il tuo amico usa è davvero fondamentale quando scegliamo legni, specialmente quelli che potrebbero essere nuovi nel mondo delle chitarre acustiche. Ma tornando alla tua domanda specifica, il legno deve rientrare in una gamma di peso e rigidità. Troppo morbido e leggero non funziona bene. Troppo pesante e denso, non buono. Ma ci sono alcune eccezioni. L’abete è morbido e leggero, ma incredibilmente forte, elastico e vibrante. Alcuni tipi di palissandro duro sono pesanti e rigidi ma suonano parecchio, mentre altri suonano chiusi. La mia risposta super-scientifica, dal momento che tutti gridano “segui la scienza” in questi giorni, è che prendiamo il legno e sentiamo il peso, lo teniamo vicino ad un orecchio e lo bussiamo, poi lo asciugiamo e lo tagliamo per vedere come si comporta. Se ci sembra buono ci proviamo. Dopodoche’, vediamo se possiamo effettivamente ottenerne qualcosa seguendo tutte le nostre considerazioni ambientali. Devo dire che, sebbene umile nel suo aspetto, il mogano è sempre stato un piacere, ora abbiamo trovato la stessa sensazione nel nostro Urban Ash che viene dalle aree metropolitane piuttosto che da una foresta. Ci piace chiamare questo legno il Golden Retriever dei legni – piace a tutti. E counque, è un legno perfetto.

Cos’è il Bearclaw?
Bob spiega cosa genera il motivo visivo “bearclaw” nell’abete con l’aiuto di Eric Warner della Pacific Rim Tonewoods, il nostro fornitore storico di abete e acero.

Q: Credetemi quando dico che capisco quanto sia importante assicurarsi che la chitarra sia adeguatamente umidificata. Anni fa ho comprato una dreadnought di fascia alta. Era così bella che l’ho appesa su un rack nella mio studio in modo da poterla guardare ogni giorno. L’ho fatto per un anno e, al secondo anno, aveva sviluppato una piccola crepa nella buca, quindi ho imparato la lezione nel modo più duro. Ora continuo a umidificare tutte le mie chitarre nelle loro custodie quando non le suono. In particolare, adoro la mia Taylor 210e-SB DLX. Ecco la mia domanda: questa chitarra rimane fuori per un po’ quando la suono tutto il giorno e giuro che suona in modo diverso – le frequenze alte risuonano come una campana, assumendo un suono completamente nuovo che adoro. È perché si asciuga leggermente? Ho anche altre tre Taylor e una di un altro marchio, e suonano meglio anche quando le faccio uscire per una giornata di utilizzo. È solo la mia immaginazione o sento davvero tanta differenza quando la mia chitarra si asciuga per un breve periodo di tempo? Mi assicuro sempre di non lasciarla fuori troppo a lungo: adoro troppo le mie chitarre per sbagliare di nuovo.

Steve Kane
Branchburg, New Jersey

A: No, non e’ solo la tua immaginazione, Steve. Le chitarre meno umidificate suonano meglio, specialmente le loro tavole armoniche. Detto questo, potrebbero essere troppo umidificate. Se stai usando un umidificatore a spugna che hai immerso in acqua, fai attenzione alla mia regola delle 24 ore, che va così: metti la tua chitarra in una custodia con l’umidificatore inumidito, chiudilo e controllalo dopo 24 ore. Se la spugna o il disco sono asciutti, ripetere la procedura. Se la spugna è umida, anche un po’, interrompere il processo, perché non è necessaria più umidità. Aspetta una settimana, aspetta due settimane e inserisci una spugna inumidita. Se in 24 ore è asciutta, bagnala e ripeti, ma la prima volta che la trovi completamente umida dopo 24 ore, rimuovila. La custodia è ottima per proteggere dall’umidita’. Se stai usando il sistema Planet Waves Humidipak, questo è impostato su un livello massimo di umidità e non umidificherà eccessivamente. La tua chitarra è stata realizzata con il legno equalizzato al 50% di umidità relativa. Quindi, anche se vivi in un clima con un’umidità del 40%, non si spezzerà e suonera’ più secca. Quindi, come diceva Mary Poppins, “Il troppo stroppia” e non devi dargli più umidità del necessario.

Q: Nella mia ricerca di una chitarra per il mio cinquantesimo compleanno, di recente ho optato per una V-Class 514ce con un top in abete Lutz. È divertente pensare a quante volte ho suonato tutte le chitarre nella tua fabbrica di El Cajon e non mi sia mai imbattuto in questa. Tuttavia, il Guitar Center di San Diego ne aveva una che faceva al caso mio. Potremmo vedere l’uso dell’abete Lutz in più modelli al di fuori della serie 700?

Steve Harber
San Diego, California

A: Sicuramente, Steve. Attualmente lo usiamo anche su un paio di modelli Builder’s Edition (912ce e 816ce) e alcuni altri qua e là. Ne useremo di più col passare del tempo, perché è disponibile e produce chitarre dal suono eccezionale.

Q: Bob, la 714ce è stata una chitarra che ho amato per molto tempo, non solo per il tono pieno e risonante, ma anche per il fascino estetico delle sue decorazioni ricche di legno. Tuttavia, ho pensato che la 714ce sarebbe stata fuori dalla mia portata fino a quando non si è presentata l’opportunità, dopo una recente visita al mio rivenditore Taylor, Guitar Mania a Poole. Ora, dopo aver atteso molto, mi diverto moltissimo a suonare la mia 714ce, specie per via della sua nuova catenatura V-Class.

Mi sono ritrovato a guardare da vicino la rosetta attraverso una lente d’ingrandimento (se qualcuno non l’ha osservata così da vicino, si sta perdendo qualcosa!). Il dettaglio della rosetta è ancora più sorprendente di quanto non sembri. Questo mi ha portato a chiedermi come il rivestimento superiore in abete Douglas, essendo tagliato in diagonale, segua i contorni della parte superiore del corpo della GA senza spaccarsi. Viene prima trattato col vapore? (Immagino che questo potrebbe causare altri problemi introducendo umidità). Senza una sorta di ammorbidimento, non avresti la tendenza per il legno a spaccarsi attorno alla curva stretta del Venetian Cutaway?

Frederick
Weymouth, United Kingdom

A: Grazie, Federick, sono contento che tu abbia notato quel dettaglio. Qui ci piace chiamarlo “aringa di legno” essendo fatto di abete e avendo un aspetto a spina di pesce. Lo realizziamo da un lotto di legno a grana fitta con la fine della grana a 45 gradi. Tagliamo, incolliamo, rifiniamo e infine otteniamo le strisce. È piuttosto flessibile, ma dobbiamo impiegare alcuni trucchi come fletterlo lateralmente per piegare le curve strette. Adoriamo il risultato naturale che si ottiene. Si, ci vuole un po’ di lvoro, ma ci piace.

Q: Ho una 615 di 24 anni. È la chitarra dei miei sogni, tranne una cosa. Quei piccoli puntini molto discreti sul binding della tastiera sono molto difficili da vedere durante un concerto con scarsa illuminazione o in un luogo con luci dirette agli occhi. Mi rendo conto che i “veri” chitarristi possono semplicemente sentire dove andare, ma quando supero il quinto tasto, ho bisogno di alcuni indizi visivi, quindi ho chiesto al mio liutaio di ingrandire i punti. Cosi’ li ha perforati, ingranditi e riempiti di resina epossidica nera. Wow, che differenza! Forse potresti considerare di fare punti più grandi come opzione per noi cittadini piu’ anziani.

Paul Ambrose
Brookings, Oregon

A: Paul, siamo sulla stessa barca, amico! Ho 65 anni e i miei sensi non funzionano come facevano un po’ di tempo fa, quindi ti capisco. Il tuo liutaio probabilmente lo ha fatto in modo più efficiente di quanto potessimo come opzione standard, perché non sappiamo chi lo voglia effettivamente quando facciamo la chitarra. Ma terrò a mente i tuoi commenti (fino a quando non comincerò a dimenticare le cose quando saro’ sui 70) mentre affineremo la forma e le funzioni delle nostre chitarre.

Nota: per gli altri chitarristi in questa situazione, una soluzione meno permanente è quella di acquistare punti adesivi da applicare sul lato della tastiera. Sono disponibili in diverse dimensioni (alcune addirittura si illuminano al buio) e offrono un modo semplice per vedere se una modifica come questa ti aiuterà.

Q: Tra le altre Taylor, sono un orgogliosa proprietaria di una chitarra Liberty Tree (n. 10). Non amo solo la chitarra, ma tutta la storia dietro di essa. A volte imbraccio semplicemente la chitarra e provo a sentire gli eventi che hanno avuto luogo sotto quell’albero! Non è solo una chitarra, immagino, ma un pezzo del nostro paese. Come persona cresciuta sotto una dittatura militare, penso che potrei apprezzarla un po’ più di molti altri.

Ho visto che il legno è stato utilizzato per le 400 chitarre realizzate e successivamente per alcune altre [Baby Taylor]. Mi chiedevo se parte di quel legno (anche in piccoli pezzi) fosse rimasto da qualche parte, e se hai intenzione di farci qualcosa. Anche un seganlibro sarebbe un ottimo oggetto di conversazione. Ho ancora il piccolo albero scolpito al laser che era a corredo della chitarra!

Elisabet Hiatt
Santa Cruz, California

A: Grazie, Elisabet, apprezzo i tuoi commenti sulla chitarra e sul nostro paese. E sono d’accordo. Sì, abbiamo usato tutto il legno che avevamo e alla fine ci siamo sbarazzati dei piccoli scarti. Ma so che un’organizzazione chiamata Providence Forum ha ancora una buona quantità di quel legno e credo che ne stiano vendendo piccoli oggetti.

Q: Nel corso degli anni ho accumulato una modesta collezione di chitarre elettriche e acustiche, il che è stato difficile a causa del fatto che sono un mancino. Trovare uno strumento per mancini che possa essere provata prima dell’acquisto è difficile. La maggior parte dei negozi espone una, forse due chitarre per mancini, pur avendo centinaia di modelli destrorsi nello stesso inventario. Dato che il 10-15% della popolazione è mancina, sono sconcertato dal fatto che i negozi non abbiano più modelli per mancini, tantomeno se parliamo modelli di fascia alta. Dirmi che posso ordinare un modello mancino non è rassicurante, poiché l’aspettativa è che lo comprerò quando arriva, ed è sempre possibile che non mi piacerà. Dopo aver ottenuto alcuni soldi dell’assicurazione per la perdita di una Martin che mi è stata rubata durante un viaggio in campeggio, ho optato per una Taylor 114ce. Ha un suono così eccezionale ed è così facile da suonare che la sto letteralmente consumando nella parte del Top dove non c’è il battipenna.

Vorrei avere un’altra chitarra di fascia alta e sono interessato a qualcosa come la Serie 800 o la Builder Edition. Non ho mai visto chitarre di quella qualità in nessun negozio di musica.

Sai perché i negozi di chitarre sono così poco inclini a tenere le chitarre per mancini nel loro inventario? Vedo chitarre di fascia alta esposte nei negozi per quella che sembra un’eternità, quindi ho difficoltà ad accettare che è una questine di frequenza nelle vendite. Ho pensato di partecipare a uno degli eventi del Taylor Road Show, ma temo che sia lo stesso. Sbaglio? Perche’ il 10-15% del mercato della chitarra e’ abbandonato a se stesso?

Steven C Burke

A: Steven, capisco la tua delusione. Passero’ questa domanda a Zach Arntz, che ha lavorato in Taylor per oltre 20 anni sia nel servizio clienti che nelle vendite. Ha trascorso molto più tempo nei negozi di quanto non abbia fatto negli ultimi anni, e penso che ti darà una buona prospettiva, sia dagli occhi dei clienti che dei nostri rivenditori. Gli piace anche aiutare le persone. Ed è bravo a farlo. Zach, a te la linea…

Steven, capisco come ti senti. Hai ragione, la maggior parte dei negozi ha solo alcuni modelli per mancini. Raramente ci sono molti modelli di fascia alta tra cui scegliere. Naturalmente potresti essere riluttante ad ordinare una chitarra speciale senza vederla prima.

Quando si tratta di tenere in stock chitarre per mancini, l’enigma per la maggior parte dei rivenditori è: cosa compro? Sebbene la maggior parte dei negozi disponga di modelli per destrorsi di fascia alta, quando si tratta di modelli per mancini sono spesso preoccupati che le chitarre potrebbero rimanere nel negozio per un tempo più lungo. La realtà è che, in generale, le chitarre di fascia alta non vendono più velocemente di quelle a basso prezzo, quindi dal punto di vista di un negozio, c’è un rischio finanziario minore per uno stock di modelli mancini a prezzi più bassi. Alcuni negozi con cui ho lavorato in passato mi hanno detto: “Cerco di vendere modelli per mancini, ma ho sempre la sensazione che, indipendentemente da quanti ne abbia in stock, il cliente desideri sempre un modello che non ho”.

Southpaw Guitars a Houston, in Texas, è un negozio specializzato che vende solo chitarre per mancini. Il negozio di solito dispone sempre da 65 a 75 modelli Taylor per mancini. Il loro personale qualificato può aiutarti a trovare la tua prossima chitarra da sogno.

Esistono anche numerosi rivenditori online che presentano una maggiore selezione di modelli per mancini di fascia alta e offrono la possibilità di scegliere tra una selezione di un determinato modello. Ad esempio, invece di tenere solo un modello 814ce Deluxe, possono averne in stock fino a tre, cosi’ da poter confrontare le chitarre tra loro. I nostri principali rivenditori online, come Sweetwater, Musician’s Friend e American Musical Supply (tra gli altri), offrono un’ampia gamma di modelli per mancini.

La prossima volta che pianificheremo un Taylor Road Show nella tua zona, contatta anticipatamente il negozio e chiedi loro di verificare col proprio responsabile vendite Taylor quali modelli per mancini potrebbero essere disponibili per l’evento.

Infine, se dovessi trovarti nella zona di San Diego e desideri partecipare al nostro Factory Tour, tieni presente che abbiamo un’ottima selezione di modelli per mancini in varie serie, compresi i modelli di fascia più alta. Se hai intenzione di farci visita e vuoi testare un determinato modello, contatta in anticipo Mark Vargas nel nostro Centro visitatori (puoi inviare un’e-mail a support@taylorguitars.com) e vedremo cosa possiamo fare per aiutarti.

Devo aggiungere che, al momento, le nostre chitarre Builder’s Edition a spalla mancante non sono ancora disponibili nelle versioni per mancini a causa della quantità di strumenti aggiuntivi necessari per realizzarle. Le versioni a spalla piena come la Builder’s Edition 517e e 717e possono invece essere realizzate in versione mancina.

Q: Bob, nel settembre del 1974, mi hai costruito una jumbo a 6 corde in acero con un intarsio a forma di sole sulla paletta e dei gabbiani come segna tasti. Facevo parte della band Reef Cody e hai anche costruito una chitarra gemella per il nostro cantante John. Credo che tu abbia fondato la società che è diventata Taylor Guitars il mese successivo alla consegna delle nostre chitarre personalizzate.

Una canzone che ho scritto è stata inclusa su Homegrown II, ho continuato a lavorare per anni presso il KGB-FM e mi sono laureato presso la scuola di diritto USD specializzata in diritto relativo alla musica. Qualche anno fa, quando ti ho incontrato alla presentazione del tuo libro a La Jolla, mi hai suggerito di portare la chitarra in fabbrica per farti fare delle foto d’archivio. Mi piacerebbe ancora farlo se possiamo. Per favore fammi sapere se sei ancora interessato. Ho incluso una foto della mia chitarra per rinfrescarti la memoria. È stata una grande chitarra in tutti questi anni. Probabilmente potrebbe necessitare di una buona messa a punto! Sto anche pensando di ordinare un’altra chitarra personalizzata Taylor.

Bruce Tucker

A: Bruce! Bruce Tucker! Ricordo il giorno in cui tu e John Alexander siete entrati, dopo essere scesi da Lake Tahoe, in California, dove voi ragazzi stavate suonando nel circuito steakhouse/bar di lusso. Voi ragazzi, volevate avere le chitarre uguali, quindi le abbiamo realizzate. A quel punto non avevo quasi mai prodotto chitarre. Che giornata meravigliosa per me, essendo stato incaricato di fare un paio di chitarre da rockstar come voi due! Avevate appena letto il libro di Richard Henry Dana “Two Years Before the Mast”, che è uno dei libri più belli di sempre. Un vero resoconto e uno sguardo alla costa Californiana del 1835. La tua canzone omonima, insieme alla canzone Lemon Grove di Allen Lintvedt, era la mia  preferita in quell’album. Chiunque legga può trovarti su YouTube. Questo e’ un pezzo della prima storia di Taylor, con Allen che è anche nostro amico. In effetti ci siamo scritti questa settimana. È fantastico sentirti. Per informare i lettori, dal momento in cui hai scritto questa lettera, ci siamo davvero incontrati, abbiamo fatto una bella chiacchierata e riguardato la chitarra. Che vita abbiamo avuto entrambi, sono così orgoglioso che tu abbia tenuto quella chitarra. È stata una parte importante del nostro successo.

Nota: guarda alcune delle foto che abbiamo fatto della chitarra nella fabbrica Taylor qui

“It’s been a great guitar all these years. It could probably use a good tune-up! I’m also thinking about ordering another Taylor custom guitar.” 
– Bruce Tucker

“It’s been a great guitar all these years. It could probably use a good tune-up! I’m also thinking about ordering another Taylor custom guitar.” 
– Bruce Tucker

Hai una domanda da fare a Bob Taylor?

Mandagli un’e-mail all’indirizzo: askbob@taylorguitars.com
In caso di problemi specifici legati a riparazioni o all’assistenza, ti invitiamo a contattare il nostro servizio clienti al numero (800) 943-6782. Un nostro operatore si occuperà del tuo problema.

Storie Correlate

Volume 97 . 2020 Edizione 2

Tre parti in armonia

I nostri sforzi innovativi per preservare il futuro di ebano, koa e alberi urbani rivelano tre approcci profondamente diversi. Tuttavia, tutti hanno in comune il nostro impegno per il miglioramento degli ecosistemi locali e delle comunità che si basano su di essi.

Leggi la storia

Volume 97 . 2020 Edizione 2

Catalizzatore per la Creatività

L'irruzione degli eventi recenti ha spinto Taylor a rispondere con uno sfogo di idee creative.

Leggi la storia

Volume 97 . 2020 Edizione 2

Riconnessione

Andy riflette sullo spirito della comunità che lo ha ispirato a suonare e creare strumenti, e di come, anche in un momento di separazione fisica, la musica riesca a trovare nuovi modi per riunire le persone.

Leggi la storia